ARREDARE CON LE PIANTE GRASSE

Scelta dell’ “habitat

Arredare con le piante grasse può essere una soluzione per chi, come me, non ha proprio il pollice verde, ed intende impreziosire con un tocco “Green” la propria casa.

Le piante grasse non necessitano di esigenze specifiche o cure particolari, ma ciò non vuol dire che possiamo tralasciare fattori fondamentali per pensare dove collocarle. I fattori da prendere in considerazione riguardano l’esposizione al sole, la temperatura dell’aria e l’umidità dell’ambiente.

In particolare l’umidità dell’ambiente determina in modo fondamentale la longevità della pianta che, se lasciata esposta ad un tasso di umidità prolungato, rischia di compromettere la sua salute nel giro di poche settimane.

Le succulente

Le piante grasse, più correttamente definite “succulente”, sono l’ideale per caratterizzare una stanza o un angolo della casa proprio grazie alla varietà delle loro forme e alla bellezza dei colorati fiori che riescono a dare. E’ importante sapere che la fioritura non rispetta ripetutamente ritmi stagionali, esistono infatti piante grasse che hanno la capacità di fiorire tutti gli anni nonostante le dimensioni ridotte, altre piante, invece, non fioriscono prima di raggiungere la maturità.

 

Alcune specie di succulente
L’Echeveria

L’Echeveria è una pianta succulenta, perenne, molto diffusa perché robusta e parecchio decorativa. Produce delle rosette di foglie, molto compatte e carnose, che differiscono tra loro nel colore che cambia a seconda delle specie: le più diffuse sono verde-grigio o verde chiaro ma è possibile trovare un po’ tutte le sfumature del verde e alcune tonalità rossastre.

indicazioni :

Per lei è consigliabile l’utilizzo di un vaso in terraccotta piuttosto che in plastica, per il corretto drenaggio dell’acqua, ed è bene verificare che il vaso sia più largo che profondo in quanto l’apparato radicale tende a svilupparsi in larghezza.

L’Agave

L’Agave appartiene alla famiglia delle Agavaceae ed è originaria delle zone tropicali come il Sud America e l’India. Viene usata frequentemente come pianta da appartamento o come ornamento da giardino. E’ una pianta semplice da curare, non richiede molte attenzioni se non climatiche, l’ideale è tenerla esposta in luoghi assolati ed ha una buona resistenza alle escursioni termiche.

indicazioni :

Se la pianta ha raggiunto grandi dimensioni il rinvaso va effettuato ogni anno, ed è quindi consigliato l’uso di vasi in terracotta per una corretta traspirazione.

L’Aloe

Pianta succulenta perenne a portamento arbustivo, può raggiungere fino ad 1 mt di altezza. Le foglie maculate in fase di crescita sono rivestite da una pellicola protettrice che permette alla pianta di filtrare l’aria e l’acqua. Predilige i climi caldi e secchi e cresce spontanea su terreni secchi e calcarei, ma si può anche coltivare. Famosa per i suoi effetti benefici, si possono ricavare dalle foglie due tipologie di estratti : il succo condensato ed il gel, entrambi usati come sostanze terapeutiche.

indicazioni :

Se la pianta viene coltivata in appartamento, dunque al chiuso, ha bisogno di un ambiente luminoso e di una temperatura costante. È opportuno bagnare molto la pianta durante l’estate e la primavera. Non sviluppa radici profonde, è dunque consigliabile porla in un vaso più largo che profondo.